Review of:

Reviewed by:
Rating:
5
On 9 maggio 2016
Last modified:9 maggio 2016

Summary:

Libertà e indipendenza femminile “autentica”

A molte donne in coppia la semplice idea di restare da sole, sia pure qualche giorno o settimana, genera paura e angoscia.

Prima di stare in coppia si era da sole: e ci si tiene a quella solitudine tanto che molte donne in quella situazione hanno paura a trovare un uomo con cui intraprendere una relazione, anche se magari lo desiderano fortemente. Perché? questo non lo so, non siamo psicologi qua J molto è dovuto alla dipendenza affettiva che appunto, maggiormente le donne, manifestano.

Io comunque non andrei necessariamente da uno psicoterapeuta quando resti da sola, a meno che non sia una situazione davvero patologica, fai semplicemente esercizio di consapevolezza, e tutte queste cose divertenti che trovi qui sotto per riscoprire il proprio essere! 🙂

cose da fare da sola

1 – Ascoltare musica e ballare

Sentire il proprio ritmo interiore – l’energia che scorre nel corpo e nell’essere, seguire il suo movimento – non importa se da sole o a un corso di danza, anzi meglio pure ballare in casa e in modo completamente libero! Libero da: giudizi, pregiudizi, autocritiche, convinzioni su come si deve ballare, su quali siano i passi….muoviti e basta!! Il tutto è: “ASCOLTATI”. TU SEI LA TUA MELODIA, TU SEI QUELLA MUSICA MERAVIGLIOSA. Sentiti sensuale, incredibilmente sexy mentre danzi, mentre danzi il tuo essere, mentre dai movimento ai tuoi moti interiori, alle tue emozioni, vivile fino infondo nella danza, senti cosa affiora, se affiora rabbia, senti la rabbia nelle vene, balla la rabbia, esprimila nel movimento del corpo, poi rilasciala, senti come se ne va, come ti abbandona…ti accorgerai che non era “tua”, e che non eri “tu” ad essere arrabbiata: ti ha solo attraversato e poi è andata via.

2 – Prendersi cura del proprio corpo

Automassaggi, pulizie interne ed esterne, bellezza estetica (accessori, smalti, manicure, depilazione, ecc) “sentirsi bene” in sé stesse – senza aspettarsi che siano gli altri o il partner a soddisfare i tuoi bisogni, che, anche se stenti a riconoscerlo, sono spesso legati al “fisico”: una donna ha bisogno principalmente di “SENTIRE” il PROPRIO CORPO, di rilassarlo profondamente, di percepirlo in ogni minimo angolo…un corpo che ogni giorno cambia, che è un vero e proprio strumento di percezione, di questa e di altre innumerevoli realtà, anche invisibili. Il massaggio all’addome per esempio è fondamentale e basilare per ogni donna. Perché il corpo non è solo un corpo, per una donna che rispetta se stessa: il corpo è espressione dell’anima, dell’interiorità di una donna. Dargli spazio di espressione, senza tenersi dentro emozioni negative o troppo intense che possono poi materializzarsi in tensioni corporee e disagi fisici, oltre che psichici. Alcune cose che puoi fare per il tuo corpo in breve (quando sei da sola, e non soltanto!): quello che sopra, più: pediluvi, fanghi, imparare una routine energetica (che ti darà carica non solo fisicamente, ma anche mentalmente ed energeticamente) (ricordiamo che è tutto connesso), rilassamenti, yoga, fitness, alimentazione: mangiare più frutta, alimenti crudi, frullati, ecc – puoi raggiungere l’ESTASI anche da te! E vedrai che sarà mille volte amplificata quando sarai col partner, che l’accende e la eleva, poiché si è rigenerata la tua capacità stessa di provarla! E saprai che non è “lui” o qualcun altro che possono dartela, sei tu stessa a darti questa possibilità. 

3 – Respirare

Stare all’aria aperta, andare dove l’aria è buona, se possibile, o anche a un parco della città, se non è possibile muoversi. Anche solo mezz’ora, un’ora. Rigenera il respiro, i polmoni, le cellule. Ossigenati.

4 – Fare una passeggiata

Camminare senza una meta precisa, avendo coscienza dell’atto del camminare in sé, guardandosi attorno, l’ambiente circostante, notare cosa attrae il nostro interesse, illuminarsi per qualcosa, che sia un albero, una vetrina, un bel ragazzo (non è tradimento, è solo ammirare la bellezza), un cane, bambini che giocano a corda per strada… andare sempre più a fondo, notare i particolari che non noteresti se fossi assorta nei tuoi pensieri contorti, come per esempio un uccellino che si posa su un ramo…e ciò può riempirti il cuore. Meravigliati! Trova ciò che fa vibrare la tua anima, è ben più del sorriso del partner! Non ti dico cosa guardare per farlo, ti accenno solo lo stato interiore in cui trovare le tue meraviglie.

5 – Intrattieniti

Vai a vedere un museo o al cinema o una partita di basket o quello che ti piace ed è tra i Tuoi Interessi ma che non fai solitamente perché…chi lo sa perché? troppi impegni, poco tempo? Mmm…secondo me è anche perché stai troppo a pensare a “lui” e poco a TE! Quindi ora che puoi, fallo 🙂

6 – Dai sfogo alla tua vena creativa

Ogni donna ne ha una, che sia cucinare, lavorare a maglia, scrivere, dipingere, ecc l’importante è evitare di sforzarsi per fare questo, l’ispirazione deve essere spontanea, tranquilla se non ti viene, nessuno sta lì a giudicarti. E tranquilla se viene e ciò che risulta non è come ti aspettavi: è ciò che è, ed è una tua espressione, senza giudicarla. Anzi, osservala: potresti scoprire qualcosa di te che non sapevi! Puoi anche guardarti intorno nel tuo sazio abitativo e notare se c’è qualcosa che vuoi cambiare o migliorare o aggiungere: dall’attaccare finalmente “quella” stampa che hai comprato tanto tempo fa, al dipingere una parete, spostare il divano, mettere una lampadina viola alla bajour, può essere di tutto!

7 – Impara qualcosa di nuovo

Una ricetta, una preparazione naturale, un prodotto di pulizie, un portamatite, un origami, o anche qualcosa di non manuale, per arricchire la mente, farla spaziare su argomenti nuovi, può essere di geografia, astronomia, scienze, psicologia…pensa se c’è qualcosa che vorresti sapere o approfondire, e usa il pc, c’è internet oggi, se non ce l’hai, puoi andare a un bar con wi-fi (dove puoi anche prenderti una tisana o un dolcetto e guardare anche la gente, è una buona idea), e documentati.

8 – Fai qualcosa di “pratico”

Da fare in casa oltre al creativo c’è anche il pratico: ti farà sentire bene e salda interiormente fare cose manuali e pratiche, come per esempio oleare la chiave della porta del bagno se è troppo dura da aprire, pulire sopra i pensili della cucina, aggiustare la maniglia della finestra, lavare le tende del soggiorno, occuparsi della casa insomma, e non solo facendo le lavatrici e lavando i piatti! Varia le tue occupazioni 😉

9 – Prepararti una buona cena o andare a cena fuori in un bel posticino.

Darsi quello che vorremmo esserci dato dall’altro: una delle regole fondamentali per soddisfare ogni bisogno che altrimenti resta lì inespresso e genera fastidiosissimi sottofondi emozionali di tensione e aspettativa. E invece, siccome l’altro non è lì per soddisfare i nostri bisogni, ha già i suoi a cui pensare, esploriamo quali sono i nostri, senza giudicare se sono bisogni superficiali o desideri o capricci, se ci sono e li pretendiamo, anche solo inconsciamente, dall’altro, vanno soddisfatti. E la regola principe è DARSI DA Sé Ciò CHE SI VUOLE. Anche dirsi “ti amo” o “sei meravigliosa”, farsi un regalo, e tutto ciò che tu stessa puoi giudicare “sciocchezze” inutili, bè, nulla è inutile se contribuisce al tuo benessere! E così, quando e se finalmente il partner farà una di queste cose, non sarà più percepito come la “soddisfazione di un bisogno”: sarà un valore e un piacere aggiunto, un gesto d’amore, poiché TU hai già soddisfatto DA SOLA i tuoi bisogni. J

Non c’è 9 senza 10…La decima cosa da fare dimmela tu! Con un commento qui sotto :-).

Pin It on Pinterest

Share This